Richard Gere accusa: poliziotti hanno intimorito un marinaio perché non mi portasse sulla Open Arms

L'attore e attivista in conferenza stampa a Lampedusa: "gli italiani sono cambiati, hanno paura di fare la cosa giusta"

Richard Gere in conferenza stampa a Lampedusa

Richard Gere in conferenza stampa a Lampedusa

globalist 10 agosto 2019

Fermo restando che è da confermare, ma l'accusa di Richard Gere è gravissima: l'attore e attivista per i diritti umani, in conferenza stampa all'aeroporto di Lampedusa per il caso Open Arms, ha denunciato che, nei faticosi tentativi di trovare una barca che lo portasse a bordo della nave Ong a largo dell'isola, un marinaio che si era offerto volontario si è tirato indietro perché "si sono presentati dei poliziotti in borghese che gli hanno fatto capire che ci sarebbero state ripercussioni su di lui, la sua famiglia e i suoi affari se avesse portato l'attore a bordo della nave". 
"Gli italiani sono cambiati" ha detto Gere, "io amo l'Italia: amo lo spirito degli italiani, la loro generosità, l'amore che trasuda da ogni cosa che fanno. Ma negli ultimi due anni le cose sono cambiate, le persone sono diventate paranoiche, hanno paura di pare la cosa giusta". 


Italia e Stati Uniti simili: si demonizza chi ha bisogno di aiuto


"Non sono italiano e sono un po' restio a parlare della situazione italiana, specialmente di quella politica odierna. Ma anche io vengo da un posto, gli Stati Uniti dove la situazione politica è a dir poco bizzarra". E' il paragone che Richard Gere, attore e attivista dei diritti umani, ha fatto oggi a Lampedusa, dove è arrivato per sostenere l'equipaggio della Open Arms. Durante la lunga conferenza stampa convocata dall'Ong spagnola all'aeroporto dell'isola delle Pelagie, l'attore statunitense ha sottolineato: "Sembra che ci sia una generazione di politici che punta tutta la propria energia nel dividere le persone, come se nel dividere ci fosse del guadagno, invece è una cosa assolutamente idiota, impossibile perché tutti noi siamo interdipendenti".
"Noi abbiamo un presidente che, invece di aiutare, demonizza le persone che hanno bisogno di aiuto - ha aggiunto -. E' una situazione veramente molto simile a questa e questa cosa deve finire subito, al più presto e può finire solo se la facciamo finire noi".


 




Il video della conferenza stampa è anche disponibile qui.