Per i fanatici pro-life nemmeno il Cardinal Bassetti è abbastanza: "Sei un massone!"

Nonostante il Presidente della Cei fosse intervenuto a un convegno delle associazioni cattoliche in cui ha fermamente condannato l'eutanasia, una donna dal pubblico lo ha accusato di essere 'troppo soft'

Cardinale Bassetti

Cardinale Bassetti

globalist 11 settembre 2019
Per i famigerati pro-life, l'insieme di associazioni che hanno fatto della loro missione impedire alle donne di interrompere la gravidanza e far soffrire inutilmente i malati terminali impedendo l'eutanasia legale, persino l'integerrimo Cardinal Bassetti, presidente della Cei e storico avversore del fine vita, è troppo soft sul tema. 
Bassetti è intervenuto in un summit organizzato proprio dalle associazioni cattoliche contro ogni forma di eutanasia. Ma una donna, sventolando manifesti e volantini della associazioni cattoliche pro-life, ha urlato "Bassetti Massone", accusandolo appunto di essere troppo leggero su questi temi. 
Bassetti, visibilmente sconcertato, ha replicato: "ma io ho detto tutto il contrario". In effetti, Bassetti ha detto quanto segue: "l'eutanasia non va confusa con il rifiuto dell'accanimento terapeutico" e che piuttosto essa "viene a rassomigliare fortemente al cosiddetto "suicidio assistito", nel quale è il malato stesso a darsi la morte, in seguito all'aiuto prestatogli, su sua richiesta, da parte del personale sanitario" che dunque, a sua volta, «"differisce solo formalmente dall'eutanasia, poiché in entrambi i casi l'intenzione dell'atto e il suo effetto sono i medesimi, cioè la morte della persona". 
Il presidente Cei è stato quindi categorico: per lui l'eutanasia è un simbolo del cinismo del nostro tempo. Una posizione sicuramente contestabile ma espressa mettendola in relazione all'accanimento terapeutico, che per Bassetti invece è da evitare. Forse è stata questa apertura a scatenare le ire della donna.