La ministra Lamorgese sul caso Segre: "Preoccuparti per i rigurgiti"

La responsabile del Viminale: "Dopo 81 anni da quei fatti è preoccupante che vengono affrontati metodi che noi pensavamo che fossero dimenticati e non più esistenti"

La ministra dell'Interno Luciana Lamorgese

La ministra dell'Interno Luciana Lamorgese

globalist 8 novembre 2019

Ora che nessuno può negare il problema c’è da sperare che si intervenga sul serio e che i gruppi che si ispirano al nazismo e al fascismo possano essere davvero sciolti. Oltre a individuare gli haters sul web.
"Alla senatrice Segre, che mi onoro di avere come mia amica, ho manifestato la mia solidarietà. Dobbiamo essere preoccupati perché vedo rigurgiti che non avrei mai voluto vedere".


Così il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, parlando a Napoli a conclusione di un Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, rispondendo a una domanda sulla senatrice a chi è stata assegnata la scorta dopo aver subito una serie di minacce.
"Dopo 81 anni da quei fatti è preoccupante che vengono affrontati metodi che noi pensavamo che fossero dimenticati e non più esistenti, ma così non è", ha aggiunto la titolare del Viminale.