La proposta di matrimonio alla Camera era una messinscena: le nozze erano già annunciate

Flavio Di Muro e la futura moglie Elisa avevano già annunciato le notte, scelto la data, la chiesa e persino il ristorante. Ma allora perché questa sceneggiata?

Flavio Di Muro

Flavio Di Muro

globalist 3 dicembre 2019
Non solo abbiamo dovuto vedere il Parlamento trasformarsi nel salotto di Barbara D'Urso, con l'onorevole Flavio Di Muro della Lega che chiede alla fidanzata Elisa di sposarlo usando un intervento alla Camera (con disappunto di Fico e parecchie polemiche nei giorni successivi), ma ora scopriamo che era tutta una messinscena. Come rivela il Corriere della Sera, il leghista e la futura moglie avevano già annunciato le nozze, scelto il ristorante (U Cian di Isolabona), la data del grande giorno (5 settembre), la Chiesa (la cattedrale di Ventimiglia Alta) e persino iniziato il corso prematrimoniale. 
Insomma, Di Muro ha effettivamente sfruttato la Camera come un salotto televisivo, forse per una incomprensibile richiesta di attenzioni.