L'accusa di padre Sorge: "L’attacco più insidioso al Papa viene dall’interno della Chiesa"

Le parole dell'ex Direttore de La Civiltá Cattolica, dell'Istituto di formazione politica 'Pedro Arrupe' a Palermo

Papa Francesco e Padre Sorge

Papa Francesco e Padre Sorge

globalist 14 gennaio 2020

C'è la destra clericale e trdizionalista italiana e europea. Ci sono gruppi integralisti americani con contatti in Russia e ci sono movimenti e gruppi più o meno fascisti e di estrema destra xenofoba.


Una galassia unita dall'odio verso Papa Francesco e la sua opera che sovverte il posizionamento di una chiesa dogmatica che liscia il pelo al potere senza mettere fino in fondo in discussione le ingiustizie contro l'umanità, a cominciare dai più poveri.
"L’attacco più insidioso al Papa viene dall’interno della Chiesa. Nessuno, però, riuscirà mai a scalfire la 'roccia' su cui la Chiesa è fondata. 'L’inferno non prevarrà', ha detto Gesù a Pietro e ai suoi successori".


Così su Twitter padre Bartolomeo Sorge, ex Direttore de La Civiltá Cattolica, dell'Istituto di formazione politica 'Pedro Arrupe' a Palermo, di Popoli e Direttore emerito di Aggiornamenti Sociali, dopo le polemiche che hanno investito Papa Bergoglio in seguito alle parole di Ratzinger sul celibato, contenute nel libro scritto con il cardinale Robert Sarah.