Pizzarotti parla del suo movimento: siamo progressisti contro il populismo

Il sindaco di Parma parla di Italia in Comune: non siamo sudditi di nessuno. Resteremo fedeli ai nostri valori

Federico Pizzarotti

Federico Pizzarotti

globalist 18 novembre 2018

Lui rappresenta l'anima smarrita del M5s delle origini. Quella progressista, ambientalista e che credeva in una democrazia diretta nella quale uno davvero valeva uno e il potere di vita o di morte politica dei militanti non spettasse a Grillo e Casaleggio.
"Qui il 'peso' di Italia in Comune inizia a farsi sentire. Siamo una forza progressista e contro ogni populismo. Siamo un progetto lungimirante, non siamo sudditi di nessuno e siamo pienamente titolati a sedere agli stessi tavoli delle altre forze politiche. Ma non 'allargheremo' mai per cercare di pescare più consenso. Resteremo fedeli ai nostri valori". 
Lo ha detto, informa una nota, il sindaco di Parma e presidente nazionale del partito 'Italia in Comune', Federico Pizzarotti, che ha partecipato all'assemblea del partito dei sindaci in Puglia, in cui è stato eletto presidente regionale il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio.

"Se la Puglia è la regione più avanti nel percorso di Italia in Comune - ha aggiunto Pizzarotti - lo deve a Michele Abbaticchio, alla sua energia, a tutte le persone che ha 'portato a bordo', dagli altri sindaci ai consiglieri regionali e comunali e agli assessori".
"Una scelta quasi naturale - ha concluso - quella di celebrare il primo congresso regionale proprio qui".