Bonafede sulla Diciotti fa la voce grossa: "non vi permetto di dire che siamo razzisti"

Ospite di Piazza Pulita il Ministro della Giustizia risponde a una domanda sul caso Diciotti: "eravamo tutti d'accordo, basta con questo paragone con le deportazioni"

Alfonso Bonafede

Alfonso Bonafede

globalist 24 gennaio 2019
Ospite di Piazza Pulita, Alfonso Bonafede fa la voce grossa davanti al giornalista Antonio Padellaro, che ha fatto una domanda al ministro della giustizia riguardo il caso Diciotti. 
Bonafede sembra perdere completamente le staffe e afferma che "non permetterà a nessuno di dire che il Governo è mosso da razzismo".
"Ho sentito paragonare il caso Diciotti alle deportazioni degli ebrei, ma smettiamola. E per quanto riguarda Salvini indagato, era d'accordo tutto il governo sul chiudere i porti".
Il ministro ha però evidentemente la memoria corta, dato che il M5s, all'epoca dei fatti della Diciotti, non ha proferito verbo, lasciando la scena esclusivamente a Salvini. Unica voce contraria nelle istituzioni è stata quella del presidente della Camera Roberto Fico.