Lo scienziato, il sindacalista, il medico di Lampedusa: il Pd pesca candidati dalla società civile

Ecco alcuni dei nomi dei candidati presi dalla società civile che il Pd candiderà alle europee del prossimo 26 maggio

Pd

Pd

globalist 11 aprile 2019
Ci sono molti nomi eccellenti tra i candidati del Pd presi dalla società civile: ricercatori, storici, filosofi, medici e scienziati, tutti accomunati da un profondo impoegno civile nei temi quali l'immigrazione, l'integrazione e la divulgazione scientifica. Eccone alcuni, divisi per le loro aree di competenza:

Franco Roberti: capolista in Italia meridionale. Ex Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, in magistratura dal 1975. In prima fila nella lotta contro le mafie e la criminalità organizzata nel Mezzogiorno.

Roberto Battiston: Italia nordest. Già Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana. Fisico sperimentale, specializzato nel campo della fisica fondamentale e delle particelle elementari, è uno dei maggiori esperti di raggi cosmici. In più di 30 anni di attività ha svolto ricerche in team internazionali. Il 16 maggio 2014, a seguito di una selezione competitiva e valutazione di un comitato internazionale, viene nominato presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) ma il 6 novembre 2018 il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti comunica a Battiston la revoca immediata della sua nomina a presidente dell'Asi.

Elisabetta Gualmini: Italia nordest. Politologa e professoressa ordinaria di Scienza politica all'Università di Bologna. Autrice di numerosi saggi sulla politica italiana. Vicepresidente e assessore alle politiche di welfare e politiche abitative della Regione Emilia-Romagna.

Mamadou Sall: Italia centrale. Rappresentante sindacale della Cgil di Firenze e Segretario generale dell'associazione della comunità senegalese di Firenze. Impegnato sui temi dell'integrazione e del dialogo multiculturale.

Caterina Avanza: Italia nordovest. Coordinatrice per le europee di En Marche e stretta collaboratrice del presidente francese Emmanuel Macron.

Pietro Bartolo: Italia insulare. Medico di Lampedusa, scrittore. Dal 1992 si dedica alla prima accoglienza sanitaria ai migranti che arrivano sull'isola e a coloro che soggiornano nel centro di accoglienza.

Beatrice Covassi: Italia centrale. Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea dal 2016.

Eric Veron: Italia nordest. Imprenditore franco-olandese, fondatore di Vailog, società specializzata in sviluppo immobiliare industriale, che ha sede a Milano ed è controllata da un gruppo quotato alla borsa di Londra. Negli ultimi quindici anni ha costruito più di un milione e mezzo di metri quadri di capannoni industriali in tutto il mondo, per un valore di oltre un miliardo di euro.

Bianca Verrillo: Italia centrale. Avvocato impegnata nella lotta alla violenza contro le donne, coordinatrice del centro antiviolenza di Macerata.

Virginia Puzzolo: Italia insulare. Ricercatrice della Commissione europea nel campo dell'aerospazio.

Pietro Graglia: Italia nordovest. Ricercatore e storico, esponente del Movimento dei Federalisti Europei. Ha pubblicato raccolte di scritti sull'Europa e su Altiero Spinelli.

Silvio Calò: Italia nordest. Professore di storia e filosofia a Treviso, premiato nell'ottobre scorso come "Cittadino europeo dell'anno " a Bruxelles per il suo impegno nell'accoglienza dei migranti. Da oltre tre anni ospita richiedenti asilo.

Angelo Bolaffi: Italia centrale. Filosofo della politica e germanista, già direttore dell'istituto della cultura italiana a Berlino.

Ivan Stomeo: Italia meridionale. Sindaco di Melpignano, Presidente dell'Associazione Nazionale Borghi Autentici d'Italia. Consigliere della Fondazione della Notte della Taranta.