Ferrero e Acerbi criticano Di Maio: "Fa parte di un governo che sdogana il fascismo"

I due esponenti della sinistra non credono alla svolta democratica del grillino: "Dichiarava che l'antifascismo era superato e sta con Salvini"

Ora e sempre Resistenza

Ora e sempre Resistenza

globalist 23 aprile 2019
Ora si ricorda della Liberazione, ma vice-premier di un governo reazionario è lui. E questo governo è complice in tutte le scelte di Salvini.
Bene ricordarlo: "Di Maio si è alleato con un partito di estrema destra e ora finge di scandalizzarsi dell'atteggiamento di Salvini sul 25 aprile. Le dichiarazioni di Salvini e Meloni contro il 25 aprile dimostrano che quando M5S dichiarava superato l'antifascismo raccontava fesserie qualunquiste. Anche Di Maio e Grillo hanno contribuito allo sdoganamento del fascismo mettendo sullo stesso piano Almirante, Berlinguer e Pertini". Lo dichiarano Paolo Ferrero, candidato de La Sinistra nel Nord Ovest, vice presidente del Partito della Sinistra Europea, e Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista.
"Intanto, nella Repubblica nata dalla Resistenza si ripetono indecenti episodi di cancellazione delle cerimonie della Festa della Liberazione senza che il governo intervenga - denunciano - noi saremo in piazza come sempre, insieme ai partigiani, insieme a chi celebra la Resistenza e sa da che parte stare. Se Di Maio crede sul serio nei valori della Resistenza per cui sono morte decine di migliaia di persone faccia l'unica cosa coerente: faccia cadere questo governo che i fascisti li sdogana ogni giorno".