Di Maio cerca il voto xenofobo e scarica la Raggi: è polemica

"La Raggi dovrebbe prima pensare ai romani e poi ai rom": le parole del leader del M5s contro la sindaca di Roma generano un terremoto politico

Di Maio con Virginia Raggi

Di Maio con Virginia Raggi

globalist 8 maggio 2019
È polemica politica per la triste uscita di Luigi Di Maio su Virginia Raggi: il capo del M5s ha infatti affermato che "la sindaca dovrebbe prima pensare ai romani, poi ai rom". Una frase intrisa di xenofobia che sembra pronunciata da Salvini, che Di Maio sembra aver preso a modello. Si aspettava una smentita che non è mai arrivata, e la polemica è cominciata:
"Caro Luigi Di Maio che squallore: scarichi Virginia Raggi su battaglia di civilta' per qualche voto in piu'. Puntavi a recuperare a sinistra, perdi sempre piu' credibilita'. La maggioranza approvi Piano Nazionale per le case popolari. Combatti i palazzinari, non i piu' deboli". Cosi' l'esponente di Leu e consigliere comunale, Stefano Fassina, sul suo profilo Twitter. 
"Di Maio scarica la Raggi con argomenti razzistoidi. Ma perché non l'ha scaricata per lo sgoverno di Roma o quando era indagata?". Lo dichiara il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova.
"Di Maio e Salvini - avverte - usano due pesi e due misure: giustizialisti forcaioli per gli altri e garantisti per i propri. Dalla Lombardia a Roma al governo: la maggioranza fallisce anche sulla 'onestà! onestà!'. Un'altra Italia c'è, l'unica lontana da scandali, malgoverno e corruttela. È l'Italia di +Europa", conclude Della Vedova.