Zingaretti a Di Maio: "accusi Salvini di alleanze coi nazisti però lo fai governare, sei un ipocrita

L'accusa del segretario del Pd al leader M5s: "basta furbizie e ipocrisie"

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

globalist 15 maggio 2019

Nel corso di un comizio al lanificio Bellucci, a Prato, il segretario del Pd Nicola Zingaretti è tornato ad attaccare il M5s: "dico a Luigi Di Maio che non è accettabile dire a Matteo Salvini che si è alleato con i neonazisti e poi coi voti dei cinque stelle gli fate fare il ministro. Su determinati valori o c'è coerenza o diventa ipocrisia". 


Già ieri il segretario del Pd aveva attaccato ancora il leader del M5s: "Di Maio prova a fare il furbo: parla di tensioni sociali, se la prende con Salvini e con qualche blitz della polizia, ma si dimentica che il leader della Lega fa il ministro dell'Interno proprio perché è sostenuto dai 5 stelle, che sono maggioranza in Parlamento". 


"A Di Maio - incalza Zingaretti - dico basta furbizie e ipocrisie. Per questo noi continuiamo a dire che chi vota Di Maio vota Salvini, garantendo al leader della Lega altri 4 anni al Viminale. Ma se vinciamo noi Salvini va a casa".