Tenera Meloni, vuole affondare la Sea Watch ma ama i gattini

La capa di Fratelli d’Italia tra uno strepito e un Mussolini cerca di far vedere il suo ‘buon cuore’

Meloni con micio Martino

Meloni con micio Martino

globalist 22 maggio 2019

Giorgia Meloni confida a Libero quotidiano l' affetto che prova per i suoi due gatti che ama come la sua bimba, Ginevra di 2 anni e mezzo. Peccato che non si dimostri tanto affettuosa con i bimbi migranti che arrivano sulle navi delle Ong. Virale divenne il video dove disse che le imbarcazioni dell organizzazioni non governative dovessero essere affondate. Ecco il video. 
Una passione che parte da lontano... «Sono cresciuta con gli animali in casa, da piccola avevo un pastore tedesco. Si chiamava Ettore. È morto che aveva 12 anni e io 10. Una tragedia, ho pianto e mi sono disperata per settimane». Ecco alcune risposte all'intervista di Daniela Mastromattei.


Quando si è convertita al gattolicesimo? 
«Quattro anni fa, quando ho preso Martino, uno Scottish Fold: amore a prima vista. È stato il mio primo figlio... Un grande viaggiatore, ha preso l' aereo, il treno, è venuto con me ovunque. All' inizio eravamo soltanto io e lui, vivevamo in simbiosi, dormivamo abbracciati. Poi è arrivata Ginevra (la bambina avuta dal compagno Andrea Giambruno, autore televisivo ndr).
Per lei un anno e tre mesi fa ho deciso di adottare una cucciola, Micia (così la chiama la piccola), una gattina tigrata a pelo lungo molto carina e affettuosa. E la sera si dorme tutti nel lettone, fino alle 5 del mattino, l' ora in cui Micia ci dà la sveglia a suon di fusa». 
Un lettone affollato. Martino come ha accolto l' ultima arrivata? 
«Male, all' inizio era molto scontroso, adesso, anche se hanno cominciato a volersi bene, continua a essere un po' scostante, si sente un figlio unico tradito. Per fortuna viviamo a Roma in una casa con giardino, così può uscire ed entrare a suo piacimento e spesso si ripresenta con qualche amico. Le rare volte che mi siedo sul divano da sola a guardare la tv, arriva magicamente come a voler dire "siamo tornati tu e io, indietro nel tempo, a quando vivevamo da soli e in santa pace". Ginevra invece è molto legata all' ultima arrivata, non va a dormire senza averla prima accarezzata. Io credo che gli animali possano aiutarci nell' educare i bambini a rispettare e amare tutte le creature del mondo». 
E alla Meloni quanto bene fanno i suoi gatti? 
«Sono un potente antistress, hanno una pazienza infinita, sanno aspettare, sono sempre guardinghi ma rilassati, sono lì che ti guardano e studiano, si prendono del tempo. Essendo piuttosto ansiosa e irruente ho imparato a ponderare prima di scattare e a essere più riflessiva». 
Come loro si sente uno spirito libero, indipendente e allergica alle costrizioni... niente a che vedere con gli ubbidienti cagnolini ai quali piace scodinzolare dietro al padrone? 
«Mi sento molto gatto con una buona dose di aggressività quando serve, molto gelosa della mia autonomia, ma anche affettuosa e in grado di raggomitolarmi. Ma se mi mancano di rispetto reagisco». 
Crede che abbiano un' anima i nostri piccoli felini? 
«Credo di sì, visto che hanno un carattere e ciascuno mostra delle sfumature diverse. Come gli esseri umani hanno dei codici genetici unici e irripetibili». 
Come i greci pensa che abbiano dei poteri magici? 
«Questo non lo so, si prestano molto al tema della magia, vero è che sono talmente silenziosi che a volte sembrano apparire e sparire» .