Sconfitto nuovamente Johnson: sì dei Comuni alla legge anti-no deal

Il risultato conferma sul merito del testo la sconfitta subita ieri dal governo di Boris Johnson sulla calendarizzazione della legge.

Boris Johnson

Boris Johnson

globalist 4 settembre 2019

La Camera dei Comuni ha votato oggi a favore della legge anti-no deal promossa dalle opposizioni e da un gruppo di ribelli Tory (frattanto espulsi) per cercare di imporre un rinvio della Brexit in mancanza di accordo con l'Ue alla scadenza del 31 ottobre. A favore hanno votato 329 deputati, contro 300. Il risultato conferma sul merito del testo la sconfitta subita ieri dal governo di Boris Johnson sulla calendarizzazione della legge. Ora è prevista un'ulteriore lettura tecnica ai Comuni, poi il passaggio domani ai Lord.


Boris Johnson aveva chiesto alla Camera dei Comuni di lasciare la parola "al popolo" sulla Brexit con elezioni da tenersi secondo la sua proposta il 15 ottobre se i deputati oggi approveranno la legge anti-no deal per un rinvio dell'uscita dall'Ue. Legge bollata dal premier Tory come una simbolo della volontà "di resa" del leader laburista Jeremy Corbyn. Johnson lo ha detto nel Question Time odierno a Westminster, chiedendo polemicamente a Corbyn se per caso non sia "terrorizzato" dalle urne.