Andrea Orlando: "Nel Pd la scissione sarebbe un errore, la destra non è stata sconfitta"

Il vicesegretario del Pd: "ormai la domanda sulla scissione del Pd sta diventando un genere letterario"

Andrea Orlando

Andrea Orlando

globalist 10 settembre 2019
Andrea Orlando, vice segretario del Pd, ha commentato con un certa stanchezza la possibilità di scissione nel Partito Democratico: "Ormai sta diventando un genere letterario". 
"Sarebbe un errore se i renziani uscissero, perché nel momento in cui si affronta una sfida come questa, con uno scampato pericolo alle spalle e comunque una destra che non è sconfitta perché è stato sconfitto Salvini, dividere il principale partito, il pilastro della democrazia italiana, credo sarebbe un errore".
"E poi" ha concluso, a margine della festa del Pd di Torino, "non si può discutere di questo all'infinito".