Dalla destra l'unica condanna al professore nazista è di Mara Carfagna: "Disgustoso chi inneggia a Hitler"

La deputata di Forza Italia: "Castrucci dell'Università di Siena, uno che dovrebbe formare i giovani, va sanzionato con severità"

Mara Carfagna

Mara Carfagna

globalist 2 dicembre 2019
È particolarmente grave che un professore, una personalità cioè che è a continuo contatto con gli studenti, esterni su twitter posizioni vergognose come l'apologia del nazismo e idee pericolosamente omofobe e antisemite. Ed è anche grave il fatto che dalla destra di questo paese non sia arrivata una ferma condanna. Perché ormai viviamo in un paese dove la destra è diventata sinonimo di neofascismo, o quantomeno di vicinanza a movimenti che al nazismo sono chiaramente ispirati. 
E così, come non è arrivata nemmeno una parola di commento da parte di Salvini o della Meloni sul mega blitz della Digos Ombre Nere che ha smascherato un'organizzazione terroristica, armata, con membri in tutta Italia (19 arresti, per il momento), anche sulla questione del professor Castrucci dall'estrema destra viene solo silenzio. Con un'eccezione. 
Mara Carfagna ha infatti scritto su twitter che è "Disgustoso chi inneggia a Hitler, peggio se è un docente. Castrucci dell'Università di Siena, uno che dovrebbe formare i giovani, va sanzionato con severità. Mi indigna che qualcuno esalti ancora il nazismo che ha ucciso sei milioni di ebrei e ha portato l'Europa alla guerra". 
Mara Carfagna ci ricorda quindi che in un paese democratico fondato su una Costituzione nata dall'antifascismo, il valore dell'antifascismo è sacro: non è qualcosa da cui si può prescindere, che si abbiano posizioni di destra o di sinistra.