Salvini invece che pensare ai suoi guai continua ad attaccare le Sardine

Intanto le Sardine romane tornano in piazza. L'appuntamento è per domenica 16 febbraio, dalle 17 alle 19, a piazza Santi Apostoli.

Sardine e Matteo Salvini

Sardine e Matteo Salvini

globalist 13 febbraio 2020
"Se questi si vogliono presentare alle elezioni vediamo chi li vota. I nostri governatori e sindaci sono in ufficio a lavorare loro inseguono Salvini. E' un populismo un po' diverso". Lo dice Matteo Salvini nel corso di un incontro nella sede della Stampa Estera a Roma.
 "Se vuoi fare un cambiamento ma poi parli con Toscani, Benetton e Soros dice 'non male questi ragazzi', allora per me hai finito di avere qualsiasi credibilita'. Poi gli auguro ogni bene, ma hanno perso tanto". Lo dice Matteo Salvini nel corso di un incontro nella sede della Stampa Estera a Roma.
Intanto le Sardine romane tornano in piazza. L'appuntamento e' per domenica 16 febbraio, dalle 17 alle 19, a piazza Santi Apostoli. "Piazza San Giovanni andava arditamente riconquistata con entusiasmo e allegria, ma il ritrovo di quella comunita' era solo un punto di partenza- scrivono in una nota- Il tour nelle periferie romane iniziato l'11 gennaio continuera', ma in questo momento, un nuovo pericolo si profila per la Capitale. Con tracotanza e arroganza, la parte sovranista del Paese, calera' a Roma, ma le Sardine sono pronte a scendere un'altra volta in piazza per contrastare l'ondata di odio. Con maggiore consapevolezza, sappiamo che l'ascolto, la tolleranza, la solidarieta' sono potenti antidoti per metterli in fuga. Da piu' di due mesi nuotiamo in un mare grande, questa volta faremo rotta verso sud, dove ad attenderci, nel blu profondo, tante altre Sardine ci aspettano per cavalcare quest'onda tutti insieme".