M5s spaccato sulle Olimpiadi 2026: salta il consiglio comunale

4 consiglieri pentastellati contrari ai Giochi invernali fanno saltare il numero legale. E' la prima volta dall'insediamento della sindaca Appendino

Chiara Appendino

Chiara Appendino

globalist 12 marzo 2018

M5s spaccato a Torino. Dopo l'annuncio di Beppe Grillo, che aveva spiazzato molti, sulla candidatura della città ad ospitare i giochi invernali del 2026 oggi è saltata la riunione del consiglio comunale. Fatale l'assenza di alcuni consiglieri Cinquestelle contrari al progetto, malgrado il sostegno espresso dallo stesso Beppe Grillo. Si tratta della prima volta che salta il numero legale in Consiglio comunale dall'insediamento della maggioranza guidata dalla sindaca Chiara Appendino.
Al termine della discussione delle interpellanze, la minoranza ha deciso di non rispondere all'appello nominale e la seduta è stata sospesa dal presidente, Fabio Versaci. All'ordine del giorno c'era una mozione presentata da alcuni consiglieri del Pd proprio sulla candidatura di Torino ai Giochi olimpici del 2026. Ma dai banchi della maggioranza si è notata l'assenza di quattro consiglieri del M5s, apertamente contrari alle Olimpiadi a Torino. Un problema per i pentastellati e per la sindaca Appendino.