M5s torna ad accarezzare i No Vax: a scuola anche i non vaccinati

I grillini preoccupati di perdere il consenso dei fanatici hanno assunto una posizione ambigua.

Vaccini

Vaccini

globalist 12 marzo 2019

Hanno perso faccia e voti e adesso cercano di recuperare il consenso dei No Vax, che ultimamente sono andati a contestare Beppe Grillo ma sono un buon bacino elettorale a cui aggrapparsi per evitare il derby con i centristi di Lupi.
Così ora i grillini si sono schierati contro la legge Lorenzin e chiedono a gran voce che non sia rispettata.
"Garantire l'accesso a scuola a tutti i bambini e, in generale, il rispetto del diritto allo studio, all'inclusione e all'uguaglianza sociale dovrebbe essere compito di tutti coloro impegnati a amministrare la cosa pubblica e a tutelare i diritti dei cittadini. Ringrazio tutti i colleghi portavoce comunali e regionali veneti e nazionali che vogliono sostenere il delicatissimo lavoro dei commissari di Affari Sociali di Camera e Senato con questo documento, gesto di democrazia diretta tanto caro al M5s".
E' quanto scrive sul suo profilo Facebook la deputata M5s Sara Cunial, commentando la lettera inviata da 146 portavoce 5 Stelle alla Commissione Sanità del Senato per chiede il superamento dell'obbligo vaccinale previsto dal ddl Lorenzin.


Barillari (M5s); fate entrare i bimbi non vaccinati, invieremo una diffida alle Asl


"Stiamo assistendo a una lesione del diritto all'istruzione per centinaia di bambini. Oggi invieremo una diffida a tutte le Asl del Lazio e a tutti i direttori scolastici che stanno abusando del proprio potere bloccando i bambini fuori alle scuole".


Lo ha detto Davide Barillari, consigliere M5S in Regione Lazio, commentando il caso di alcune centinaia di bambini non in regola con le vaccinazioni che rischiano di non entrare in classe.
"Stiamo ricevendo mail e telefonate da tutta Italia da genitori allarmati perché in alcuni casi si sono trovati davanti dei bidelli che hanno impedito ai bambini di entrare in classe. Questo è un abuso di potere", rimarca il consigliere grillino, che annuncia: "Oggi mandiamo una diffida a tutte le Asl che stanno minacciando i genitori e ai presidi che stanno abusando del proprio potere bloccando i bambini fuori alle scuole nel Lazio. Si tratta di una palese violazione della privacy e dei dati personali".
E a chi gli fa notare che la copertura vaccinale è aumentata, sfiorando l'obiettivo del 95%, Barillari obietta: "E' solo un dato teorico. Se la copertura aumenta non è detto sia merito dell'obbligo".
Il Pd: M5s ambiguo sui vaccini
"I M5s sui vaccini sono come al solito ambigui, e la ministra Grillo non chiarisce. Non si possono accusare i presidi di aver applicato la legge". Lo afferma in una nota il senatore del Pd, Edoardo Patriarca.
"Le dichiarazioni di circostanza della ministro Grillo non chiariscono e semmai fanno ulteriore confusione. Noi difendiamo il diritto alla salute pubblica, che passa anche attraverso la vaccinazione. La crociata dei M5s è solo ideologica e mirata a rimpolpare il loro elettorato", conclude.