"Sono stufo del razzismo, penso di mollare il calcio": lo sfogo del difensore del Tottenham Danny Rose

Durante l'ultima partita contro il Montenegro è stato nuovamente vittima di cori razzisti: "non ne posso più, sto pensando di abbandonare tutto"

Danny Rose

Danny Rose

globalist 5 aprile 2019
Danny Rose, difensore del Tottenham e della nazionale inglese, sta pensando al ritiro dal mondo del calcio perché stufo degli insulti e degli ululati razzisti che puntualmente accompagnano le partite: "ne ho abbastanza, mi rimangono cinque o sei anni nel calcio e, a dire la verità, non vedo l'ora di dire basta".
L'ultimo episodio riguarda una partita contro il Montenegro, dove lui e il compagno di swuadra Callum Hudson-Odoi sono stati presi di mira dai tifosi che hanno imitato delle scimmie per insultarli: "sono veramente stufo di certe cose che succedono negli stadi, voglio andarmene".
Per questi insulti razzisti il ct Gareth Southgate si era molto arrabbiato nel dopopartita e la federcalcio inglese aveva presentato una formale protesta alla Uefa.