Australia battuta e Sara Gama felice: "abbiamo vinto con il cuore

Il capitano dell'Italia commenta la partita. Anche il Ct Bartolini contenta ma già pensa al prossimo incontro: "Ora la Giamaica"

Sara Gama dopo la partita

Sara Gama dopo la partita

globalist 9 giugno 2019

Capitana e simbolo della squadra. E anche - per biechi motivi - calciatrice nel mirino dei soliti fascio-razzisti-sovranisti che in maniera sprezzante l'hanno definita 'africana' dal momento che è figlia di una triestina e di un papà congolese.
Poi sul campo le chiacchiere stano a zero. E anche se ha provocato il rigore del momentaneo svantaggio è stata protagionista con tutte le altre della rimonta che si è conclusa con la vittoria nei minuti di recupero.
"Siamo una grande squadra, abbiamo sofferto nel primo tempo, poi ci siamo parlate dicendoci che dovevamo cominciare a giocare. E mi sembra che ci siamo riuscite". E' il commento alla vittoria all'esordio 2-1 ai mondiali femminili di Francia 2019 contro l'Australia del capitano dell'Italia, Sara Gama.


"Eravamo abbastanza ovattate, l'emozione arrivava dall'Italia -spiega l'azzurra ai microfoni di Sky Sport-. Abbiamo iniziato il Mondiale nel migliore dei modi, se vinci così significa che hai cuore".


La gioia del Ct Milena Bartolini
"Siamo partite male nel primo tempo, abbiamo avuto paura. Nel secondo abbiamo reagito giocando come sappiamo fare ed è andata meglio". E' il commento alla vittoria per 2-1 contro l'Australia all'esordio ai mondiali femminili del ct dell'Italia, Milena Bertolini, ai microfoni di Sky Sport.
"Le ragazze sono state fantastiche. Abbiamo sofferto tanto ed avuto anche un pizzico di fortuna, ma la squadra è forte e compatta e con uno spirito così è probabile che le partite si vincano. Ora con la Giamaica ci attende un'altra battaglia", conclude.