Appoggia il massacro dei curdi su Instagram: il St Pauli licenzia il centrocampista Cenk Sahin

Per la società tedesca il gesto è "incompatibile con i valori della società": il giocatore sarà libero di cercarsi una nuova società

Cenk Sahin

Cenk Sahin

globalist 15 ottobre 2019
La questione curda continua a contaminare il mondo del calcio: la squadra tedesca del St Pauli ha licenziato il centrocampista turco Cenk Sahin perché ha postato sui social un messaggio di appoggio alle attività dell'esercito turco in Siria. Per la società tedesca si tratta di un comportamento "incompatibile con i valori della società". 
Il giocatore ora è libero di trovarsi un'altra squadra nella prossima sessione di mercato a gennaio. 
"Siamo dalla parte dell'eroico esercito e dei soldati. Le nostre preghiere sono per voi", il contenuto integrale del messaggio postato su Instagram. Prima di prendere la decisione il St Pauli, che milita nella seconda divisione tedesca, ha convocato il giocatore discutendo con lui la questione.