L'Isis a Putin: porteremo la jihad in Russia

In un video il Califfato nero esorta i propri combattenti a compiere attentati in Russia: "Vi uccideremo nelle vostre case".

Vladimir Putin

Vladimir Putin

globalist 1 agosto 2016

L’Isis ha esortato i propri combattenti a portare la jihad in Russia, minacciando in un filmato direttamente il presidente russo Vladimir Putin. A riportare la notizia sono stati i media russi, che però hanno specificato come l’autenticità del filmato non sia ancora stata confermata.


"Ascolta Putin, verremo in Russia e vi uccideremo nelle vostre case. Oh fratelli, conducete la jihad e uccideteli e combatteteli", ha detto un uomo a viso coperto che sta guidando un’auto in mezzo al deserto. Il link del video potrebbe essere stato caricato su un account Telegram usato dai terroristi.
Il video mostra anche degli uomini armati che attaccano veicoli blindati e tende, e raccolgono armi nel deserto. Secondo i sottotitoli si tratterebbe di un'azione avvenuta ad Akashat, nella provincia irachena di Anbar.


L’Isis dal 2015 chiede ai propri miliziani di attaccare la Russia, ovvero da quando Mosca ha deciso di collaborare con gli Usa per sconfiggere il Califfato nero. Recentemente Russia e Usa hanno iniziato a trattare per raggiungere un maggior livello di cooperazione contro l'Isis e altri gruppi terroristici a livello militare e di servizi segreti.