Assange contro Trump e Clinton: tormentati dalle loro ambizioni

Il fondatore di Wikileaks nel decennale della piattaforma annuncia la diffusione di documenti top secret sui due candidati alla Casa Bianca.

Julian Assange

Julian Assange

globalist 4 ottobre 2016

Hillary Clinton e Donald Trump sono "tormentati dalle proprie ambizioni": a dirlo è stato il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, rispondendo a domande poste in un teatro di Berlino con cui era connesso in video-collegamento dall'ambasciata ecuadoriana a Londra in occasione dei dieci anni di Wikileaks, piattaforma web che pubblica documenti segreti di governi e multinazionali. 


Assange ha annunciato nuove pubblicazioni di documenti ogni settimana per i prossimi mesi. In particolare, la diffusione del nuovo materiale di Wikeleaks si protrarrà per dieci settimane e saranno "significative per le elezioni americane" perché contengono materiale "interessante sulle fazioni del potere americano". 


L'hacker e giornalista ha quindi ricordato che in dieci anni di attività Wikileaks ha pubblicato dieci milioni di documenti. Si tratta di 10 miliardi di parole, in media 3.000 documenti al giorno.