L'aviazione di Haftar colpisce nel sud postazioni di ribelli ciadiani

Gli attacchi, secondo gli oppositori del governo di N'Djamena, sanciscono una alleanza tra Haftar e il presidente ciadiano Idriss Déby

Il generale Haftar

Il generale Haftar

globalist 30 marzo 2018

L'aviazione del generale libico Khalifa Haftar ha bombardato, nel sud del Paese, delle postazioni del gruppo armato ciadiano ribelle Consiglio del comando militare per la salvezza della Repubblica (CCMSR), secondo il quale questi attacchi sono un segno di una ''stretta collaborazione'' tra il presidente del Ciad Idriss Déby Itno e lo stesso Haftar.
La forza aerea libica ha colpito una postazione dei ribelli ciadiani a più di 400 km a sud-est di Sebha (600 km a sud di Tripoli), così come contro altre posizioni in un'oasi nella regione di Terbu, circa 400 km a sud di Sebha.


Tali attacchi, ha detto un funzionario dell'esercito nazionale libico, ''mirano a ripristinare la sicurezza e ad applicare la legge nel sud", senza fornire dettagli o indicare quali gruppi erano stati presi di mira.
Il gruppo armato del Consiglio del comando militare per la salvezza della Repubblica, sostenendo che gli attacchi non hanno provocato alcuna vittima tra le sue file, ha sostenuto che quanto accaduto è un segno che il governo del Ciad "esternalizza" la lotta ai ribelli affidandola ad Haftar.
Nato da una scissione da un altro gruppo ribelle, il Fronte per il Cambiamento e l'armonia in Ciad (fatto), il CCMSR è definito come un opposizione politico-militare al presidente Idriss Déby Itno e vanta diverse migliaia di combattenti. Tre dei suoi membri sono stati arrestati nell'ottobre 2017 in Niger, compreso il leader del gruppo Hassan Boulmaye. Nessuna informazione su di loro è filtrata dal momento del loro arresto.