Norvegia, sparito il socio di Assange: perse le tracce da due settimane

Mistero sulla sorte di Arjen Kamphuis, esperto informatico olandese: nessuna notizia dal 20 agosto scorso quando si trovava a Bodo, nel nord del Paese. Indaga la polizia

Julian Assange

Julian Assange

globalist 3 settembre 2018

Grande apprensione per l'olandese Arjen Kamphuis, considerato un mago informatico e cofondatore con Julian Assange di Wikileaks. Di lui non si hanno notizie da due settimane e cresce l'allarme sulla sua sorte.
Kamphuis, autore fra l'altro di un saggio sul nuovo giornalismo investigativo intitolato Information Security for Journalists, è svanito nel nulla in Norvegia, 14 giorni fa. Le sue tracce si sono perse il 20 agosto scorso a Bodo, nel nord del Paese scandinavo. E la polizia norvegese ha confermato di aver aperto un'indagine.
Secondo fonti di Wikileaks, che esprimono "preoccupazione", Kamphuis aveva prenotato un volo per il 22 in partenza da Trondheim, a più di 700 chilometri a sud di Bodo. Ma non è mai salito a bordo dell'aereo. "Il viaggio in treno tra le due destinazioni dura circa 10 ore", ha scritto Wikileaks, incoraggiando l'emergere di molteplici teorie cospirative su Twitter.
C'è chi sospetta che l'esperto di cyber sicurezza possa essersi eclissato per una qualche "missione segreta" e chi teme sia finito nel mirino degli Usa e "della Cia", infuriati con Assange e i suoi alleati fin dalla diffusione da parte di Wikileaks nel 2010 di una caterva d'imbarazzanti documenti diplomatici segreti. Ma c'è anche chi evoca un più banale incidente di montagna.
Assange dal 2012 è rifugiato nell'ambasciata ecuadoriana a Londra per sfuggire alla giustizia americana che ha deciso di aprire un processo sulla pubblicazione di documenti militari e diplomatici statunitensi.