A Detroit la polizia ritrova 123 bambini rapiti per diventare schiavi sessuali

L'operazione degli US Marshals, denominata MISafeKid, è stata condotta nella contea di Wayne County: l'obiettivo era quello di localizzare 301 minorenni scomparsi

Operazione della polizia a Detroit

Operazione della polizia a Detroit

globalist 10 ottobre 2018

Un grande scandalo: le autorità di Detroit, negli Stati Uniti, hanno ritrovato e salvato 123 bambini scomparsi, alcuni dei quali erano stati rapiti per essere destinati al traffico sessuale. I minori, spariti da mesi, sono stati soccorsi nell'ambito di un'unica operazione il 26 settembre, ma la notizia è stata diffusa solo ora per non compromettere le indagini.
L'operazione degli US Marshals, denominata MISafeKid, è stata condotta nella contea di Wayne County: l'obiettivo era quello di localizzare 301 minorenni scomparsi. Dopo aver salvato i 123 ragazzi, le autorità hanno interrogato tutti per verificare le loro condizioni di salute e il motivo per cui erano stati rapiti: secondo il rapporto ufficiale dei Marshals, nessuno dei ragazzini è stato vittima di violenza sessuale, ma tre di loro erano stati sequestrati proprio per destinarli al mercato del sesso.
Tutti i ragazzini erano in discrete condizioni di salute a parte uno, che non mangiava da tre giorni e che è stato immediatamente portato al quartier generale perché potesse essere visitato e rifocillato.
Durante gli interrogatori dei bambini, le autorità sono anche riuscite a ottenere informazioni in medito ad ulteriori due minori scomparsi in Texas e uno in Minnesota. "Il messaggio per i bambini scomparsi e per le loro famiglie - spiega una nota degli U.S. Marshals - è che non smetteremo mai di cercarli".