Mitt Romney si scaglia contro Trump: "Non è stato all'altezza del suo incarico"

Il repubblicano critica il presidente Trump alla vigilia del suo giuramento in Senato.

Mitt Romney

Mitt Romney

globalist 2 gennaio 2019
Mitt Romney, che giovedì diventerà senatore, ha attaccato duramente il presidente americano Donald Trump proponendosi come nuova voce critica del Grand Old Party dopo la morte di McCain e l'uscita di scena di alcuni senatori 'dissidenti'.
Il repubblicano ex candidato presidenziale sostiene che la condotta di Trump "negli ultimi due anni, in particolare le sue azioni in questo mese, sono la prova che il presidente non è stato all'altezza dell'incarico".
La presidenza Trump "è caduta profondamente" in dicembre con "le partenze del capo del Pentagono Jim Mattis e del capo dello staff della Casa Bianca John Kelly, la nomina di alti dirigenti di minore esperienza, l'abbandono degli alleati che hanno combattuto accanto a noi".