Raccolto un milione di euro in favore dei poliziotti feriti dai Gilet Gialli

Dopo la raccolta fondi in favore del pugile che ha colpito agenti di polizia, l'ex ministro Renaud Muselier lancia un'iniziativa di solidarietà con le forze dell'ordine

Una manifestazione dei gilet gialli

Una manifestazione dei gilet gialli

globalist 10 gennaio 2019

In Francia la situazione è complicata e anche molti simpatizzanti della protesta dei Gilet Gialli non condividono le violenze.
Senza considerare che le devastazioni di tante manifestazioni hanno danneggiato semplici cittadini che si sono visti le macchine incendiate, commercianti con i negozi distrutti, camerieri e baristi che rischiano di restare senza lavoro con la chiusura forzata delle loro attività.



Insomma non tutti coloro che sono contro Macron approvano quello che sta accadendo.



E adesso sono più di un milione di euro i fondi raccolti in solidarietà alle forze di polizia francesi, attaccate nel corso delle proteste dei gilet gialli.


L’iniziativa, lanciata lunedì scorso dall’ex ministro Renaud Muselier, ha lo scopo di sostenere i poliziotti e i pompieri feriti durante le manifestazioni: “Questo dimostra che molta gente in questo Paese non appoggia gli atti di violenza” ha commentato Muselier.
La raccolta fondi è una risposta alla colletta partita sulla piattaforma web Leetchi.com a favore dell’ex pugile Christophe Dettinger, arrestato per violenze contro la polizia. Per l'uomo, immortalato mentre prende a calci e pugni due agenti, sono stati raccolti 117 mila euro, cifra nettamente inferiore a quella raggiunta a favore delle forze dell’ordine. Colletta questa che chiuderà tra 28 giorni.