Corbyn sente Theresa May: i laburisti non voteranno l'accordo sulla Brexit

Secondo il leaderl del Labour i conservatori sarebbero "liberi di stracciare diritti e protezioni essenziali, minando il lavoro e lo standard di vita"

Il leader laburista Corbyn

Il leader laburista Corbyn

globalist 28 marzo 2019

Una fase davvero turbolenta e nessuno sa dove si andrà a parare: il partito laburista non intende votare domani a favore dell'accordo sulla Brexit. E' quanto ha detto un portavoce del partito, citato dalla Bbc dopo una telefonata di 20 minuti fra la premier Theresa May e il leader del Labour, Jeremy Corbyn, avvenuta questo pomeriggio.
Secondo il portavoce, Corbyn ha detto che il suo partito non accetterà mai una "Brexit alla cieca".


Il leader laburista si riferiva al fatto che ai parlamentari britannici sarà chiesto domani di votare solo l'accordo sulla Brexit - termini del divorzio, diritti dei cittadini e backstop - ma non la dichiarazione politica che riguarda la futura relazione del Regno Unito con la Ue. Così, argomenta Corbyn, i conservatori sarebbero "liberi di stracciare diritti e protezioni essenziali, minando il lavoro e lo standard di vita".