L'epidemia di morbillo fa strage nel Madagascar: 1.200 morti e 115 mila contagi

Nel paese solamente il 58% degli abitanti è vaccinato e l'Oms sta correndo ai ripari per vaccinare 7 milioni di bambini

Epidemia di morbillo nel Madagascar

Epidemia di morbillo nel Madagascar

globalist 14 aprile 2019
Accade nei paesi poveri, nei quali non ci sono mezzi e soldi per fare una seria prevenzione. Perché solo la vaccinazione aiuta a debellare malattie che nel passato hanno fatto milioni di vittime.
E purtroppo è salito a più di 1.200 morti il bilancio dell'epidemia di morbillo che dallo scorso ottobre ha colpito il Madagascar, dove sono saliti a oltre 115.000 i contagi registrati.
Si tratta del più grande focolaio nella storia del Paese, dove solo il 58% delle persone è stato vaccinato contro il virus della malattia esantematica, mentre secondo gli esperti è necessaria una copertura tra il 90% e il 95% per evitare epidemie.
Alla fine del mese scorso l'Oms ha avviato una vaccinazione di massa contro il morbillo con l'obiettivo di immunizzare 7,2 milioni di bambini dai 6 mesi ai 9 anni.