Il democratico Buttigieg bacia il marito in tv. Ma il vice di Trump attacca: "L’omosessualità è un peccato"

Un bacio gay irrompe sulla campagna per le primarie presidenziali del partito democratico. E apre il dibattito in Usa

Pete Buttigieg abbraccia suo marito Chasten Glezman

Pete Buttigieg abbraccia suo marito Chasten Glezman

globalist 17 aprile 2019

Un bacio gay irrompe sulla campagna per le primarie presidenziali del partito democratico. Il sindaco Pete Buttigieg abbraccia suo marito Chasten Glezman. Le loro labbra si toccano. Donald Trump, questa volta, non commenta. Ma in Rete si scatena la parte più conservatrice dell'elettorato. Il loro portavoce è il vice presidente Mike Pence, ex governatore dell'Indiana: "Considero Buttigieg un amico, ma ora sta attaccando la mia fede cristiana. Io sono un cristiano che crede nella Bibbia. Ricavo la mia verità dalla parola di Dio". E: "L'omosessualità è un peccato".


Buttigieg, 37 anni, figlio di un professore maltese, si è dichiarato apertamente gay nel 2015. In quello stesso anno è stato rieletto primo cittadino con l' 80% dei voti e ha sposato Chasten, 29 anni, insegnante in una scuola Montessori, nella Episcopal Cathedral di St.James a South Bend.