Colpo al potere di Erdogan: a Istanbul vince Imamoglu, esponente dell'oppisizione

Il candidato del partito Repubblicano è sindaco della città. Aveva già vinto le elezioni ma dopo le accuse di irregolarità i giudici (filo-Erdogan) avevano ordinato nuove elezioni

Ekrem Imamoglu

Ekrem Imamoglu

globalist 23 giugno 2019
l Sultano non ammetteva una sconfitta nella megalopoli che da sola vale mezza Turchia. Eppure, nonostante lo strapotere di Erdogan il bavaglio alla stampa libera e la criminalizzazione delle opposizioni la Turchia che non ama il regista islamista e autoritario ha vinto,
Il nuovo sindaco di Istanbul, l'esponente dell'opposizione Ekrem Imamoglu, che ha strappato la megalopoli a 25 anni di dominio del partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato che con la sua vittoria elettorale si è "chiusa l'epoca delle stravaganze e dell'arroganza".
"Tutta la Turchia e Istanbul hanno vinto questa elezione" ha detto, ringraziando gli istanbulioti per aver "protetto la centenaria democrazia turca".
"Non guiderò questa città da solo", ha aggiunto, sottolineando che i partiti non sono strutture sacre, ma servono il cittadino. "Neanche i leader di partito sono sacri, e non sono al di sopra del popolo".
Imamoglu, candidato del partito Repubblicano CHP, ha battuto il candidato di Erdogan Binali Yildirim alla replica del voto del 31 marzo, già vinto da lui, ma annullato dietro ricorso dell'Akp. Con oltre 99% delle schede scrutinate, Imamoglu ha ottenuto il 54% dei voti contro il 45% di Yildirim. Al voto di marzo le percentuali erano 48,80% per Imamoglu e 48,55% per Yildirim.