Zerocalcare smonta Fratelli d'Italia: "Io a L'Aquila andavo gratis"

Il fumettista invitato al Festival degli Incontri: "grazie per le parole gentili, ma i piagnoni vittimisti lasciamoli fare ai nazisti, che ormai sono specializzati"

Zerocalcare

Zerocalcare

globalist 12 settembre 2019

Michele Rech, in arte Zerocalcare, al centro della polemica di questi giorni fatta partire d Pierluigi Biondi, sindaco di Fratelli d'Italia de L'Aquila che ha posto il suo veto sulla presenza del fumettista e di Roberto Saviano al Festival degli Incontri organizzato dal Mibac nella persona della direttrice artistica Silvia Barbagallo, ha scritto un post su Facebook in cui ha smontato la retorica di Biondi e della Meloni, che parlano di 'passerella con i soldi degli italiani' dei due scrittori, invisi agli ambienti di estrema destra.
"Il drammatico precipitare degli eventi" scrive Zerocalcare (non senza ironia) dal suo profilo Facebook a nome di Michele Rech, "ha reso necessario puntualizzare tre cose: 1)io a L'Aquila ci andavo gratis, quindi da tutta sta vicenda al limite ci risparmio la benzina e il casello; 2) Vi ringrazio per la solidarietà e tutte le belle parole importanti sulla censura ma i piagnoni vittimisti lasciamoli fa ai nazisti che ormai sono specializzati. Io sto bene, magno vitamine, non c'ho il daspo dall'abruzzo e i miei account facebook e instagram stanno benissimo; 3) e volete dare sostegno a qualcuno datelo al festival e alla direttrice Barbagallo che si sta accollando tutto senza accettare pezze imbarazzanti".