Il prof nazista rivendica la sua libertà di espressione: per lui inneggiare a Hitler è un diritto

Lo rivela il rettore dell'Università, che informa che Emanuele Castrucci non ha intenzione di arretrare di un passo per i suoi deliranti post filonazisti

Il post di Emanuele Castrucci

Il post di Emanuele Castrucci

globalist 3 dicembre 2019

Non retrocede di un passo Emanuele Castrucci, il professore dell'Università di Siena da ieri nell'occhio del ciclone per i suoi deliranti post inneggianti al nazismo su twitter. Anzi, continua a rivendicare la sua 'libertà di espressione', spiega il rettore dell'Università, Francesco Frati, che inizialmente però aveva difeso le posizioni del professore, salvo poi cambiare bandiera quando la polemica aveva assunto dimensioni enormi. 
Per Frati questo comportamento "non è ammissibile perché travalica quanto previsto dalla Costituzione e dal nostro ordinamento penale" ed è necessario "procedere nella maniera piu' diretta e spedita affinché questi fatti siano perseguiti. Lo abbiamo fatto attraverso un esposto alla procura della Repubblica presso il tribunale di Siena" e "con l'avvio di un procedimento disciplinare che ovviamente seguirà le strade dettate dai nostri regolamenti interni. Quel tipo di comportamenti non deve trovare spazio nei nostri atenei. Vogliamo fare chiarezza e capire come impedire a questo professore di continuare a insegnare".